Prendersi cura della propria bocca vuol dire salvaguardare la propria salute. Bastano pochi gesti al giorno per prevenire infezioni e stare bene.

L’igiene orale spesso è ridotta alla mera salute dei denti e ancora oggi è una delle attività quotidiane più trascurate. Secondo le ultime statistiche del Censis, solo il 33% degli italiani lava i denti ogni giorno almeno una volta, mentre nel 25% dei casi ci si trova di fronte a un’igiene sporadica (dunque non quotidiana). Un dato che dovrebbe far riflettere circa la necessità di fare prevenzione e suggerire alcune regole per far godere di buona salute bocca, denti e gengive.

Igiene orale, piccolo sforzo

L’igiene orale quotidiana è il vero segreto per evitare tutta una serie di problematiche anche molto serie e di dover ricorrere a costosi interventi di cura dentale. Fondamentale è che sia eseguita correttamente e regolarmente, almeno 2 volte al giorno, soprattutto dopo ogni pasto e/o snack. Per pulire al meglio i denti, è necessario scegliere lo spazzolino più adatto ai propri denti, preferendo testine più piccole e compatte se si hanno regolarmente problemi di carie, in modo da andare a raggiungere ogni angolo della bocca. Inoltre, lo spazzolino andrebbe sostituito con una certa frequenza, meglio ogni 2/3 mesi circa. Lo spazzolamento dei denti è importante tanto quanto lo spazzolino, e va fatto procedendo in verticale dall’alto verso il basso (arcata superiore) e dal basso verso l’alto (arcata inferiore), senza dimenticarsi di raggiungere anche le parti in fondo alla bocca.

Igiene orale e collaterali

Siamo soliti pensare che le problematiche ai denti o alle gengive siano limitate alla bocca. Nonostante questa visione sia abbastanza comune, non è così, dato che possono portare problemi all’intero organismo, a partire da emicrania e problemi legati al sonno. Allo stesso modo possono insorgere problemi muscolari e alle articolazioni. Di postura, ma anche di pressione alta.

Eppure gli italiani non vanno dal dentista: una situazione che riguarda addirittura 17 milioni di abitanti dello stivale. Ecco perché la Farmacia può giocare un ruolo importante e primario nella promozione della salute dentale ai cittadini. I farmacisti sono preparati e sensibili nei confronti delle tematiche di educazione sanitaria e di prevenzione. Sono quindi particolarmente efficaci nel promuovere corretti comportamenti indirizzando le persone verso la salvaguardia e il miglioramento del proprio benessere personale.

Un obiettivo, quest’ultimo, tutt’altro che scontato e sul quale c’è ancora parecchio da lavorare. Basti pensare che, lo scorso anno, oltre 4 milioni di italiani, in prevalenza donne, hanno rinunciato alle cure odontoiatriche per motivi economici. Fra le famiglie italiane il 60% non ha effettuato la visita di controllo, né altri trattamenti dal dentista.

Gli italiani vogliono un sorriso perfetto, ma per farlo dovrebbero smettere di sottovalutare l’importanza di un igiene orale costante e con prodotti di qualità. Meglio evitare di ricorrere ad antiche tradizioni casalinghe che nella maggior parte dei casi vanno a danneggiare lo smalto dei denti.

https://www.fapnet.it/